Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)

Contributi 2020: il nuovo bando

How You Can Help

  • Fondazione Museke
  • Associazione Meseke
News
Di terre e d'azzurro PDF Print E-mail
There are no translations available.

Finalmente è arrivato il momento di parlarne!

E' dal mese di aprile che Fondazione Museke è impegnata, tra le diverse iniziative, su un progetto di inclusione e sensibilizzazione relativa ai Minori Stranieri Non Accompagnati.

Lo facciamo molto ben accompagnati dall'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Brescia, dalle Cooperative Tempo Libero, Il Calabrone, L'Alternativa, Il Solco, La Vela, dall'associazione Dormitorio San Vincenzo de Paoli, dal Forum Provinciale del Terzo Settore di Brescia, da Fondazione Pinac e con il sostegno di Congrega della Carità Apostolica, Fondazione ASM, Fondazione della Comunità BrescianaFondazione Cogeme.

Il forte partenariato che si è creato ci ha consentito di presentare una proposta progettuale con richiesta di contributo sul bando "Never Alone" promosso, tra gli altri, anche da Fondazione Cariplo.

Nell'attesa di conoscere l'esito della seconda ed ultima fase di selezione, cominciamo la nostra azione di sensibilizzazione sponsorizzando l'articolata iniziativa Di terre e d'azzurro (clicca qui per aprire la locandina) in programma dal 10 al 13 novembre presso il Centro culturale Il Chiostro, sito in contrada San Giovanni 8 a Brescia.

La rotta è segnata e non possiamo che intraprendere questo viaggio INSIEME, grazie anche ai disegni di Sheradzade: una dei 5000 bambini che sono stati costretti a vivere nel campo profughi di Idomeni.

Perché il tema delle migrazioni rimane di estrema attualità, perché gli occhi dei bambini riportino la nostra attenzione a quei dettagli che danno senso alle nostre vite ed al nostro vivere pacificamente insieme.

VI ASPETTIAMO!


 
Stanziata la prima tranche dei contributi 2016 PDF Print E-mail
There are no translations available.

Il Comitato Direttivo di Fondazione Museke, riunitosi il 4 luglio scorso, ha preso in esame le richieste di contributo ricevute. Sulla base dei criteri di valutazione pubblicati, ha approvato 8 domande su 10 per un totale di 49.542 Euro. La prima tranche è già stata erogata mentre la seconda sarà erogata a consuntivo, previa approvazione di regolare rendicontazione. La lista completa dei progetti è consultabile a questo link.

La prossima scadenza per la presentazione di richieste di cofinanziamento è fissata al 31 ottobre 2016.

 
Training course in International Cooperation - II Edition PDF Print E-mail

The second edition of the training course in International Cooperation will start in September. It has been organized by Fondazione Museke in collaboration with Fondazione Tovini and Associazione Chizzolini. The 12 lessons (see the program at this link) will end with a stage in a Limited Resources Country to be defined. Registrazione are open until 15th September by sending the registration form.


 
Terimbere Kiremba: first results of the project PDF Print E-mail

In March 2016, we celebrated the first year in Kiremba for our representative: Gigi Aziani. As he says in his report: "A year to know, try to understand and to accompany. It was crucial to start from relationships among people by participating to the different boards, listening and intervening with some advices if necessary, but never replacing those who have to take responsibility for the decisions". 
From our point of view, it was a period of intense collaboration. It allowed us to keep close to the Hospital and its patients despite the dramatic situation Burundi is still living. The political crisis - due to third mandate of the President Nkurunziza - is still going on even after Ban Ki-moon and Museveni visits.

Hoping to read better news, Terimbere project goes on. The first visible results are structural improvements to the Hospital: complation and restructuring of the external wall; installation of new taps and sinks to improve hygiene in departments and to facilitate relatives who care for patients; opening of a new access ramp to the mortuary; building of a space for the guardians. All these works were made possible thanks to the Italian Episcopal Conference co-financing, to the commitment of the Hospital and of private donors of the Temporary Association - ATS Kiremba.

The main component of the project is the staff training. We hope it can leave the most important and durable imprint for long time. Health and human training because skills have to be associate with a better care for hygiene and patients, with the respect for the Hospital rules and the creation of a team spirit, nowadays really lacking. All this will be realized thanks to the presence of an health coordinator. The ATS is selecting this figure, who will organize the training program for the whole staff.

Read more...
 
Progetto A.R.A. Il lungo percorso dei richiedenti asilo ed il turn over PDF Print E-mail
There are no translations available.

Gli otto ragazzi del gruppo iniziale di richiedenti asilo affidati dalla Prefettura a Fondazione Museke nel settembre 2014, sono stati accompagnati dinnanzi alla Commissione Territoriale ed ognuno di loro ne ha ricevuto l’esito.
Ousman, David, Kolly, Emmanuel, Augustine e Omar sono usciti da “Casa Museke”: chi è entrato nel circuito SPRAR (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) perché beneficiario di protezione internazionale, chi si è allontanato volontariamente per raggiungere amici e realizzare un diverso percorso di vita. Solo Karim e Santus del gruppo iniziale sono ancora ospiti della nostra struttura a Castenedolo e sono attualmente in fase di ricorso, a seguito di un iniziale diniego di qualsiasi istituto di protezione internazionale.

Si riassume con questi dati l’esperienza dei primi otto ospiti:
- un asilo politico
- una protezione sussidiaria
- due protezioni umanitarie
- quattro dinieghi.

Può essere utile ricordare cosa significhino nello specifico.
Con il riconoscimento dello status di rifugiato, si ottiene un permesso di soggiorno di 5 anni (rinnovabile) ed un documento di viaggio.
Con la protezione sussidiaria, si ottiene un permesso di soggiorno di 5 anni (rinnovabile solo a seguito di una nuova valutazione) ed un titolo di viaggio.
Con i suddetti riconoscimenti si ha diritto di: accesso al lavoro; ricongiungimento familiare; assistenza sanitaria; documento o titolo di viaggio; istruzione pubblica; libero movimento all'interno dell'Unione Europea per un periodo 
massimo di 3 mesi; ottenere la cittadinanza italiana dopo 5 o 10 anni (a seconda dello status riconosciuto) di residenza continuativa in Italia; beneficiare dell'assistenza sociale, inclusa la possibilità di accesso agli alloggi pubblici; conseguire la patente di guida; per chi ha ottenuto lo status di rifugiato è possibile anche chiedere l'estensione dello status
di rifugiato ai figli minori e sposarsi in Italia chiedendo il nullaosta all'UNHCR.
In caso di protezione umanitaria, si ottiene un permesso di soggiorno con validità massima di due anni (rinnovabile solo a seguito di una nuova valutazione). Tale documento dà diritto di accesso al lavoro, alla cittadinanza italiana dopo dieci anni di residenza in Italia, all’assistenza sanitaria, al rilascio del titolo di viaggio per stranieri.
Per chi riceve un diniego come esito della Commissione Territoriale, l’unica possibilità per rimanere legalmente sul territorio italiano è intraprendere l’iter del ricorso in Tribunale. Se anche questo avesse esito negativo, il richiedente è obbligato a lasciare la struttura di accoglienza.
A reintegrare i sei ragazzi usciti da “Casa Museke” del progetto A.R.A. sono arrivati Mahamed e Ismail dalla Somalia; Tamba, Hassan e Amadou dal Senegal e Ahmed dal Bangladesh.

 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 10 of 15

Fondazione Museke Onlus Via F.lli Lombardi 2 25121 Brescia Tel +39 030 2807724 C.F. 98148960176
mail: info@fondazionemuseke.org

Fondazione Museke