Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)

Formazione Tutori Civici Volontari

Aiutaci anche tu

  • Fondazione Museke
  • Associazione Meseke
I nostri progetti
G.re.en Palestine: Growth of Renewable Energies in Palestine PDF Stampa E-mail

Paese d’intervento: Palestina

Località: Betlemme e Ramallah

Durata: 1 anno

Data d’inizio: novembre 2016

Partners del progetto:

  • VIS Volontariato Internazionale per lo Sviluppo - capofila
  • Istituto Tecnico "P. Hensenberger"
  • Scuola Tecnica Salesiana (STS) di Betlemme
  • Deir Industrial Secondary School (DDSIS) di Ramallah

Finanziamento: Regione Lombardia (81.000 €)

Nella complessità del contesto geopolitico palestinese, forte di una presenza trentennale sul territorio, il VIS ha deciso di intraprendere un progetto integrato che affronta due tematiche strettamente collegate fra loro: il fabbisogno energetico (tutta l’energia impiegata nel Paese è importata da Israele) e la formazione professionale, con particolare attenzione ai giovani svantaggiati e alle donne vulnerabili.

L'obiettivo è di promuovere la creazione di competenze professionali immediatamente spendibili nel mercato lavorativo in settori chiave per lo sviluppo sostenibile locale: le energie rinnovabili e l’artigianato tradizionale.

Attività:

  • Introduzione di un nuovo curriculum didattico sulle energie rinnovabili nella programmazione delle due scuole partner del progetto;
  • Installazione di due laboratori didattici per lo studio delle applicazioni dell’energia solare ai fini termici e fotovoltaici nelle due scuole;
  • Installazione di due impianti fotovoltaici a scala reale presso le due scuole con finalità didattiche, dimostrative e di risparmio energetico sui costi di gestione degli istituti;
  • Formazione del personale docente e staff tecnico delle scuole partner e di altre scuole palestinesi sulle tecnologie dell’energia solare;
  • Avvio di corsi di formazione specifici sulle energie rinnovabili per studenti e lavoratori;
  • Azioni di sensibilizzazione delle comunità locali di Betlemme e Ramallah sulla gestione sostenibile dell’ambiente, l’impiego di energie rinnovabili, etc.
  • Ampliamento e aggiornamento delle attività del Job Training Office;
  • Potenziamento delle capacità imprenditoriali delle realtà produttive facenti capo alla Piattaforma dell’Artigianato di Betlemme: formazione specialistica di 40 donne;
  • Avvio di corsi sulla sicurezza sul lavoro per tutti i membri della Piattaforma dell’Artigianato;
  • Elaborazione di uno studio su start-up e sviluppo di attività generatrici di reddito nel settore artigianale e per realtà collegate alle scuole partner.
 
Progetto Pollicino: aiutare i prematuri a crescere PDF Stampa E-mail

Paese d'intervento: Burundi

Località: Kiremba, Prov. Ngozi

Durata: 12 mesi

Data d'inizio: gennaio 2017

Partners del progetto: A.T.S. Kiremba (Diocesi di Brescia, Fondazione Poliambulanza, Suore Ancelle della Carità, Medicus Mundi Italia, As.Co.M.), Diocesi di Ngozi (controparte locale)

Il progetto si inserisce in un programma articolato di interventi realizzati dall'A.T.S. Kiremba in accordo con la direzione locale dell'ospedale "Renato Monolo", struttura di proprietà della diocesi di Ngozi ma integrata nel sistema sanitario nazionale. L' A.T.S. promuove iniziative volte ad una riqualificazione sostanziale dell'ospedale in termini strutturali ma soprattutto di motivazione e formazione del personale.

Il progetto Poliicino si pone in particolare come obiettivo di migliorare il servizio offerto dal reparto di neonatologia, mediante le seguenti attività:

  • Creazione di un reparto specifico collegato alla sala parto ed al reparto di pediatria, tramite la costruzione del locale, la dotazione di strumenti ed equipaggiamenti;
  • Formazione e rafforzamento delle competenze degli operatorisanitari dell'ospedale per l'assistenza e la cura dei nuovi nati;
  • Realizzazione di una sala dedicata alle mamme dei bambini prematuri ricoverati.

 



 
MSNA - Minori: Seminare una Nuova Accoglienza PDF Stampa E-mail

Paese d’intervento: Italia

Località: Brescia

Durata: 2 anni

Data d’inizio: 3 aprile 2017

Partners del progetto:

  • Fondazione Museke - capofila
  • Comune di Brescia
  • Cooperativa Tempo Libero
  • Forum Provinciale del Terzo Settore di Brescia
  • Associazione Dormitorio San Vincenzo de Paoli
  • Cooperativa Il Calabrone
  • Cooperativa L’Alternativa
  • Cooperativa La Vela
  • Consorzio Solco
  • Fondazione Pinac

Soggetti della rete:

  • Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia,
  • Garante per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Palermo,
  • Associazione Santa Chiara di Palermo
  • CIRMiB – Centro di Iniziative e Ricerche sulle Migrazioni - Brescia
  • Fondazione ASM,
  • Fondazione della Comunità Bresciana,
  • Congrega della Carità Apostolica e
  • Fondazione Cogeme.

Finanziamento: 380.000 € iniziativa “Never Alone – per un domani possibile

 

A fronte della crescente presenza di minori tra le fila di migranti che fuggono da guerre, povertà e condizioni di vita non dignitose, Brescia ha deciso di partecipare all’iniziativa “Never Alone – per un domani possibile” volta a potenziare percorsi di inclusione ed accompagnamento alla maggiore età di questo nuovo soggetto migratorio.

Il progetto di cui Fondazione Museke è capofila, tra gli otto selezionati a livello nazionale, prende avvio lunedì 3 aprile 2017 e si struttura in due linee di intervento:

1.  Potenziamento dei percorsi di accompagnamento all’autonomia verso la maggiore età, mediante progetti individualizzati in accordo al superiore interesse del Minore, alle sue inclinazioni ed al Servizio Sociale a cui è in carico, coinvolgendo le figure culturali, transculturali, di mediazione, etnocliniche e psicologiche necessarie;

2.  Rafforzamento e diffusione del sistema dei tutori civici volontari e sperimentazione della pratica di affido sociale diffuso, grazie a percorsi di sensibilizzazione e formazione volti all’analisi e formazione della figura del tutore.

Attività:

  • percorsi scolastici diversificati e percorsi ad hoc per il rilascio/riconoscimento del titolo di studio;
  • esperienze di volontariato sociale e partecipazione alle realtà associative;
  • laboratori esperienziali occupazionali, tirocini di inserimento lavorativo/orientativi e supporto alla ricerca attiva del lavoro;
  • affiancamento psicologico;
  • corso di formazione per operatori sociali e volontari per apprendere competenze utili all’accompagnamento dei minori in attività di volontariato;
  • corso di formazione per operatori sociali nelle aree civico-legale, etno-socio-pedagogico, affido sociale diffuso ed interreligioso;
  • incontri in-formativi rivolti a cittadini italiani e stranieri e giornate di confronto con Università, insegnanti e studenti;
  • raccolta di manifestazioni di interesse e disponibilità a candidarsi per la figura di Tutore Civico Volontario e per la sperimentazione di pratiche di Affido Sociale Diffuso.
 
Progetto A.R.A. - Accoglienza e Accompagnamento Richiedenti Asilo PDF Stampa E-mail

Paese d’intervento: Italia

Località: Castenedolo, Brescia

Durata: soggetto a rinnovo di apposita convenzione con la Prefettura di Brescia

Data d’inizio: settembre 2014

Partners del progetto: attività realizzata in autonomia

 

Di fronte alla drammatica emergenza dei continui sbarchi sulle nostre coste, Fondazione Museke ha deciso di dare una risposta concreta, accogliendo otto giovani originari di Senegal, Nigeria e Gambia.

Tale progetto non vuole fermarsi però ad una semplice accoglienza ma sta cercando di svilupparsi in un vero e proprio accompagnamento degli stranieri verso l’inserimento e l’integrazione nel territorio bresciano.

 

Attività:

  • Corso di alfabetizzazione (4 ore al giorno);
  • Preparazione di una cartella personale contenente i risultati degli esami medici sostenuti e tutte le informazioni richieste dalla Questura per la compilazione del C3, modulo che riunisce i dati anagrafici e familiari, la storia personale, scolastica e lavorativa, gli spostamenti precedenti l’arrivo in Italia, la motivazione della fuga dal Paese natale;
  • Preparazione dei colloqui individuali con la Commissione territoriale per i Richiedenti Asilo, che valuterà se i giovani stranieri possiedono i requisiti necessari ad ottenere tale status. Le informazioni vengono raccoltie sottoforma di narrazioni, grazie al supporto di un mediatore culturale e di uno legale.

 
Progetto di riqualificazione dell'ospedale di Kiremba PDF Stampa E-mail

Paese d'intervento: Burundi

Località: Kiremba, Prov. Ngozi

Durata: 5 anni

Data d'inizio: agosto 2013

Partners del progetto: Diocesi di Brescia, Fondazione Poliambulanza, Suore Ancelle della Carità, Medicus Mundi Italia, As.Co.M., Diocesi di Ngozi (controparte locale)

La presenza dei bresciani a Kiremba è iniziata 50 anni fa con la costruzione di una parrocchia donata al neo eletto Papa Paolo VI. L’ospedale è sorto pochi anni dopo ed è presto diventato un punto di riferimento per l’intera comunità circostante, che oggi è stimata intorno ai 150.000 abitanti.

La struttura, di proprietà della diocesi di Ngozi ma integrata nel sistema sanitario nazionale, conta una media di 9.500 ricoveri annui e 184 posti letto, spesso insufficienti ad ospitare tutti i pazienti.

Il supporto da Brescia non è mai venuto meno ma oggi Kiremba necessita di un intervento sostanziale di riqualificazione, sia sul piano della struttura che su quello delal preparazione professionale del personale medico e infermieristico.

La nuova convenzione sottoscritta tra la diocesi di Brescia e quella di Ngozi dà inizio ad nuova forma di collaborazione con un chiaro obiettivo finale: ottimizzare i servizi richiesti per un ospedale di distretto e accompagnarlo verso una progressiva autonomia. In questo sfida ambiziosa le due diocesi saranno accompagnate da una robusta rete di sinergie, che vede l’impegno di numerose e significative realtà del territorio.

Attività:

  • Realizzazione di corsi di formazione specialistica rivolti al personale medico e infermieristico;

  • Erogazione di borse di studio per studenti di Scienze Infermieristiche presso l’Università di Ngozi;

  • Ristrutturazione e riorganizzazione di alcuni reparti;

  • Dotazione di apparecchiature sanitarie e strumenti di base;

  • Supporto alla direzione locale per ottimizzare la gestione finanziaria.


Cortile Kiremba

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Fondazione Museke Onlus Via F.lli Lombardi 2 25121 Brescia Tel +39 030 2807724 fax +39 030 2898392 C.F. 98148960176
mail: info@fondazionemuseke.org

Fondazione Museke